Calderoli cambia la mozione: votiamo a no a D'Alema

Roma - Il leghista Roberto Calderoli cambia in corso d'opera la sua mozione sulle comunicazioni del ministro D'Alema e il suo ok si trasforma in un "non le approva". Questo il testo: "Il Senato verificata nei fatti (è la prima aggiunta, ndr) la continuità della linea di politica estera e di difesa (è la seconda aggiunta, ndr) fino ad ora adottata dall'attuale Governo anche in sede atlantica, ma udite la relazione e la replica non le approva". E, a quanto si apprende, il leader della Cdl, Silvio Berlusconi, ha avuto un colloquio telefonico con il presidente di An, Gianfranco Fini, subito dopo la replica di D'Alema, al dibattito sulle linee di politica estera al Senato. Secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, Berlusconi e Fini avrebbero discusso della modifica del testo della mozione Calderoli.