Calderoli: "L'alleanza col Pdl?A livello nazionale non c'è"

Calderoli gela i rapporti con il Pdl: "Possibilità per le future alleanze dipendono dalle posizioni che il Pdl assumerà rispetto alle proposte del governo"

L'alleanza tra il Pdl e la Lega non esiste più. Roberto Calderoli è stato lapidario nel commentare le parole di Silvio Berlusconi da Verona e ha gelato qualunque mossa di riavvicinamento. "L’alleanza con la Lega non può essere solida visto che a livello nazionale non esiste più dopo la decisione del Pdl di appoggiare il governo Monti". Chiude una porta ma apre una finestra agli ex alleati: "Possibilità per le future alleanze dipendono dalle posizioni che il Pdl assumerà rispetto alle proposte del governo". Un piccolo interstizio disseminato di veti: primo tra tutti il voto ai figli degli immigrati. La proposta, lanciata nei giorni scorsi dal Capo dello Stato, aveva subito provocato le ire del Carroccio e anche di alcuni esponenti del Pdl. Calderoli rincara la dose e deposita un ultimatum: "È chiaro che se dovessero votare alcuni provvedimenti ipotizzati, tipo lo ius soli, non ci potrà più essere un’alleanza nè a livello nazionale nè locale". La posizione dell'ex ministro della Semplificazione sembra granitica, ma il dibattito tra i due schieramenti è ancora aperto.