Caldo, Protezione Civile: "E' allarme per giovedì"

E' arrivato il caldo ed è già allerta. Secondo la Protezione civile giovedì sarà la giornata più critica della settimana. Le città più a rischio sono Perugia e Roma. A Milano e Verona sono previsti più di trentuno gradi

Milano - E' arrivato. Dopo un inizio incerto, tormentato dalla pioggia, è arrivato il caldo. E fa sul serio. La giornata più critica della settimana, secondo il "Sistema nazionale di sorveglianza, previsione e allarme" del dipartimento della Protezione civile, sarà quella di dopodomani (giovedì) dove in molte città italiane le temperature saliranno sopra i 30 gradi nelle ore più calde.

La Capitale e Perugia i comuni a rischio
Roma e Perugia sono i comuni più a rischio e dove l’allerta è di livello 2, ovvero quella che non esclude "effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio" (in particolare anziani e bambini). Nella Capitale la temperatura alle ore 14 salirà a 31 gradi; mentre nel capoluogo umbro a 30. Anche per Bologna nella giornata di giovedì si passerà da una temperatura massima di 30 gradi a 32 (33 percepiti dalla popolazione).

Trentuno gradi a Milano Previsti 31 gradi a Milano e Verona e 30 a Brescia, Firenze e Latina e Viterbo. In tutte queste città (esclude Roma e Perugia) permane comunque il livello 0 o il livello 1 di allerta (entrambi non prevedono alcun rischio per la popolazione). Lo screening della Protezione civile è operativo dal 15 maggio al 15 settembre in 27 città italiane: attivato dal 2004, è coordinato, per gli aspetti tecnici, dal Dipartimento di Epidemiologia della ASL RM/E. Sulla base delle condizioni meteo-climatiche di ciascuna area urbana vengono elaborati dei bollettini giornalieri, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute a 24, 48 e 72 ore. I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle amministrazioni competenti, "per l’attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile".