Il caldo «scalda» le vacanze: boom di prenotazioni last minute

C’è ancora tempo per andare in vacanza. Complice il caldo scoppiato inaspettatamente a fine agosto, chi ancora tentennava - indeciso se godersi questi ultimi scampoli di bella stagione in città o al mare - ora sarà decisamente incoraggiato a partire. Si apre dunque la corsa ai last minute. Parole d’ordine: spiaggia e mare. Mete preferite, ipotizza l’Associazione dei Tour operator italiani (Astoi), isole greche e spagnole, Puglia, riviera romagnola e Sardegna.
A fare la valigia in questi giorni non saranno però solo i vacanzieri dell’ultimo minuto. Premesso che le condizioni meteorologiche non si possono prevedere con così largo anticipo, sono numerosi gli italiani che nei mesi scorsi avevano tentato la fortuna e prenotato comunque le loro vacanze per fine agosto o inizio settembre. Fieri di averlo fatto, dunque, visti il meteo favorevole e i prezzi che «in media stagione si abbassano fino al 30%». «Quest’anno rispetto agli anni passati - afferma il presidente di Astoi, Roberto Corbella - abbiamo notato che le vacanze si sono spostate gradualmente verso la fine di agosto o settembre».
Gli italiani si stanno così disabituando alle partenze di Ferragosto, in altissima stagione. Nel 2011, aggiunge Corbella, si è registrata proprio una diminuzione di vacanze in quel periodo. È ormai assodato che si preferiscono le partenze low cost, quando anche le mete più «in», come Sardegna, costiera amalfitana e Taormina, sono alla portata di tutte, o quasi tutte, le tasche. Ma attenzione, avverte Corbella: «Non sempre sul costo della vacanza incide la meta. Incidono piuttosto la struttura ricettiva e il tipo di viaggio che si desidera organizzare».
Anche a causa di questo caldo improvviso, secondo Corbella, è ancora presto per fare un bilancio definitivo sull’andamento del turismo estivo.