California, fa una strage vestito da Babbo Natale

Il finto Santa Claus ha fatto irruzione nella casa dell'ex moglie a Covina, sobborgo di Los Angeles, e ha aperto il
fuoco uccidendo otto persone, tra cui una
ventenne e una bimba di 8 anni. Poi ha dato fuoco all'abitazione e si è tolto la vita. Ma ci sono ancora tre dispersi

Los Angeles - Otto cadaveri nella casa devastata dalle fiamme. Un uomo, travestito da Babbo Natale, ha fatto irruzione nella casa dell'ex moglie, dove era in corso il cenone di Natale, e ha aperto il fuoco. Il presunto autore della strage, unico sospetto, è un uomo di 45 anni, Bruce Pardo, che poi si è suicidato con un colpo alla testa. Secondo la polizia il movente della strage è stata la sete di vendetta nutrita dall’uomo nei confronti della ex moglie. Con tutta probabilità, il numero delle vittime salirà ancora, poiché tre persone risultano ancora disperse, proprio l’ex moglie e i suoi genitori. La casa dove si svolgeva la festa di Natale, alla quale partecipavano circa 25 persone, è stata avvolta dalle fiamme dopo l’irruzione dell’uomo, che aveva con sé, oltre al fucile, anche una sorta di molotov artigianale di grandi dimensioni.

L'uomo sarebbe arrivato nella casa di due piani dove erano in corso i festeggiamenti ieri sera tardi, vestito da Santa Claus. Una volta dentro si sarebbe tolto il costume da Babbo Natale e avrebbe cominciato a sparare all'impazzata con una mitraglietta sui circa 30 presenti. Poi avrebbe appiccato il fuoco all'abitazione, e sarebbe scappato. Il suo cadavere è stato trovato nella casa del fratello.