California, proteste contro abolizione delle nozze gay

Scontri e proteste per il referendum che abolisce il matrimonio fra coppie dello stesso sesso. Un migliaio di omosessuali e attivisti per i diritti civili sfila a West Hollywood

Los Angeles - Niente matrimoni gay nella città degli angeli. Un referendum ha abolito i matrimoni fra coppie dello stesso sesso in California. Un migliaio di omosessuali e attivisti per i diritti civili ha sfilato per West Hollywood per contestare Proposition 8, l’emendamento costituzionale che proibisce le nozze tra persone dello stesso sesso.

Scontri con la polizia
Alcuni manifestanti si sono staccati dal corteo principale e hanno tentato di forzare un cordone della polizia. Ci sono state alcune scaramucce e gli agenti hanno fermato una decina di persone. Appena le proiezioni hanno cominciato a mostrare un vantaggio del sì all’abolizione, le autorità californiane hanno interrotto la concessione delle licenze alle coppie omosessuali.

Divisi gli elettori di Obama
I dati finali della consultazione nel Golden State hanno poi confermato la vittoria del sì alla Proposition 8, con il 52%. Dagli exit poll è emerso che gli elettori di Barack Obama si sono spaccati sul referendum, con i bianchi contrari alle nozze gay e neri e ispanici favorevoli.

Soddisfatti i promotori del referendum "Un giorno magnifico per il matrimonio", ha commentato Ron Prentice, responsabile del sito ProtectMarriage.com, tra i promotori di Proposition 8, "i cittadini della California hanno scelto i matrimoni tradizionali e hanno reclamato la difesa di questa grande istituzione". Nel maggio scorso la Corte suprema californiana si era pronunciata a favore dei matrimoni gay.