Calissano: «Devo andare a Roma»

Paolo Calissano, l’attore genovese di fiction nazionalpopolari arrestato per detenzione di cocaina e accusato d’aver causato, involontariamente, la morte nel suo appartamento di Albaro della ballerina brasiliana Ana Lucia Bazzerra Bandeira cui aveva fornito la droga fatale, chiede al giudice di potersi trasferire temporaneamente in una clinica della capitale per farsi operare. Ieri, infatti, l’attore ha presentato istanza al giudice per le indagini preliminari per essere trasferito dalla comunità terapeutica per tossicodipendenze di Torino (dove si trova attualmente agli arresti domiciliari) in una clinica privata di Roma per un intervento operatorio al ginocchio. La richiesta, che ha il parere favorevole della comunità terapeutica, verrà vagliata nei prossimi giorni, sentito il parere del pm Silvio Franz. L'intervento richiede una degenza di quattro giorni ed era stato programmato da tempo.