Call of Duty: Modern Warfare 3

Siamo arrivati all’ottavo capitolo della serie “Call of Duty”, ed è il terzo della serie “Modern Warfare”: un gioco sparatutto in prima persona che ha appassionato milioni di giocatori nell’ultimo decennio

Siamo arrivati all’ottavo capitolo della serie “Call of Duty”, ed è il terzo della serie “Modern Warfare”: un gioco sparatutto in prima persona che ha appassionato milioni di giocatori nell’ultimo decennio. Per il lancio di MW3 Activision, che pubblica il titolo lanciandolo in contemporanea in Europa e negli USA, punta sul sicuro. Si tratta infatti dell’ideale continuazione di MW2, con il malvagio Makarov che, operando con la sua efficiente organizzazione terroristica, ha portato il mondo in una catastrofica terza guerra mondiale, sull’orlo della distruzione totale.

Activision si è avvalsa, per lo sviluppo della piattaforma, delle case Infinity Ward e Sledgehammer Games (relativamente alle opzioni giocatore singolo), e Raven Software (per il multiplayer). Le ottime capacità riscontrate in MW2 sono state esponenzialmente implementate con MW3. La modalità single player offre un’infinita scelta di personaggi e di nazionalità con le quali schierarsi, scegliendo di volta in volta la difficoltà e gli armamenti; interessante ritrovare un paio di personaggi che già avevano popolato il mondo di MW2, i capitani ex SAS John “Soap” MacTavish e John Price. L’azione parte da Manhattan, ma si ha la possibilità di combattere in tantissimi luoghi del mondo, dalle città alle foreste, dai deserti alle colline. L’interagire con i veicoli e la qualità cinematografica delle immagini rendono l’azione serrata e totalmente coinvolgente.

Una grande sorpresa è la nuova modalità “Spec Ops”, operazioni speciali, che grazie ad un complesso sistema di ranking progressivo offre la possibilità di affrontare i nemici online, scalando le posizioni di una classifica di merito che darà, di volta in volta, nuovi benefits. Il tutto con 16 differenti missioni di partenza ed una nuova modalità “Survival”, da giocare su mappa multiplayer con ondate di nemici sempre più resistenti. Nella versione per PC saranno disponibili diversi server dedicati, con terreni di gioco estremamente vari e molto più estesi rispetto al passato, con un’alta possibilità di personalizzare il proprio personaggio grazie ad un’impressionante varietà d’armi e gadgets tecnologici. Nel multiplayer si riscontra una maggiore specializzazione delle unità, con la possibilità di meglio adattare il personaggio ad un particolare stile di gioco.

Il vantaggio d’avere un cattivo come Makarov, supportato da schiere di terroristi pronte a tutto, semplifica le cose ai protagonisti della Delta Force, che avrà il compito fondamentale di fermare la rovina del mondo. La grafica e il sonoro sono assolutamente coinvolgenti, talmente ricchi di variazioni da non risultare mai leziosi o ripetitivi. Il livello tecnico dato dai 60 fps del motore grafico IW 4.0 permette un’azione fluida in qualsiasi situazione di gioco: l’alto indice di realtà e di crudezza pone il gioco ad un indice PEGI 18. Divertimento assicurato, meccanica di gioco estremamente collaudata e milioni di fedeli e affezionati giocatori ne fanno già un successo.