In calo gli energetici

Piazza Affari in avvio di settimana conferma il trend positivo dei giorni scorsi, con andamento irregolare per le società che hanno reso noti i risultati semestrali. Gli indici principali recuperano intorno allo 0,5%, ma l’Allstars balza dell’1,10%, con scambi che stanno nuovamente crescendo e che ieri si sono attestati poco sotto il livello dei 3 miliardi di euro. Bocce ferme per i titoli interessati al risiko bancario, tra i big del settore in lieve calo Unicredit e Banca Intesa, mentre crescono Capitalia, S.Paolo e Montepaschi. Negli assicurativi in calo Fonsai (meno 1,7%), dopo il rating di Deutsche Bank. Sugli scudi le Fiat, che guadagnano un altro 1%, con effetti benefici sulle holding Ifi ed Ifil. La conferma che Ricucci mantiene la propria partecipazione in Rcs di oltre il 20% ha fatto lievitare di nuovo il titolo; moti di assestamento invece nel comparto energetico, per effetto del repentino calo del greggio, con particolare incidenza su Erg che cala del 2,3%. Tra le utilities in vista Asm Brescia (più 2,5%), alla pubblicazione dei risultati semestrali, mentre tra le società di calcio in positivo Roma e Lazio. Bene Actelios (più 13%), all’annuncio della ricapitalizzazione e di nuovo sugli scudi Trevi (più 7,2 per cento).