In calo la produzione industriale a novembre

Roma - Nel mese di novembre 2006 l'indice della produzione industriale corretto per i giorni lavorativi ha segnato gli incrementi tendenziali più marcati nei settori del tessile e abbigliamento (più 7,2 per cento), del metallo e prodotti in metallo (più 6,6 per cento), dei prodotti chimici e fibre sintetiche (più 5,0 per cento) e degli alimentari, bevande e tabacco (più 3,7 per cento). Variazioni negative sono state registrate nei settori della carta, stampa ed editoria (meno 8,5 per cento), dell'estrazione di minerali (meno 4,7 per cento) e dell'energia elettrica, gas e acqua (meno 3,1 per cento). Nel confronto tra i primi undici mesi del 2006 e il corrispondente periodo del 2005, gli aumenti maggiori hanno interessato i settori dei mezzi di trasporto (più 7,6 per cento), degli apparecchi elettrici e di precisione (più 6,8 per cento) e delle macchine e apparecchi meccanici (più 3,8 per cento). Le diminuzioni più ampie hanno riguardato i comparti delle raffinerie di petrolio (meno 4,0 per cento), dell'estrazione di minerali (meno 3,8 per cento) e dei minerali non metalliferi (meno 2,0 per cento).