In calo le quotazioni di metalli e greggio

La settimana si chiude con metalli e petrolio in flessione. I prezzi a tre mesi del rame sono scesi a 8.400 dollari per tonnellata. Potrebbe trattarsi solo di una pausa. Infatti, le scorte mondiali del metallo rosso restano ai minimi dei sette mesi. L’oro è sceso a 934,75 dollari l’oncia, ma il metallo prezioso potrebbe beneficiare di un ulteriore calo del dollaro causa le scarse speranze di un taglio dei tassi nell’eurozona. Petrolio a 105 dollari penalizzato alla ripresa delle export dall’Irak meridionale.