Il calore della fredda Norvegia

Artista del freddo, in senso climatico, con i frequenti viaggi in Norvegia che hanno ispirato alcuni tra i suoi dipinti più poetici, Giovanni Solari rivive con la sua arte sensibile e toccante nella mostra dal titolo «Opere», inaugurata presso la Cambi Casa d’Aste in salita della Tosse 7 rosso.
Una mostra monografica dedicata al pittore nato a Genova nel 1907 e deceduto nel 1998. Allievo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti a Genova e dell’Accademia di Brera a Milano, dove si diploma, Solari è amico e frequenta i maggiori artisti liguri del momento, tra cui i fratelli Saccorotti, Camillo Sbarbaro, Lucia e Paolo Rodocanachi, Eso Peluzzo e altri. Insieme a Oscar Saccorotti decorò numerose dimore liguri e piemontesi, nonché gli interni di numerosi transatlantici.
Artista profondamente morale e riservato, poetico e istintivo, la sua produzione artistica si esprime con rapide pennellate caratterizzate da un innato senso di armonia cromatica. Partecipò alla Biennale di Venezia nel 1936, alla Triennale di Milano, alla Quadriennale di Roma. Le sue opere sono presenti al Museo d’arte moderna di Nervi e in numerose collezioni private. La mostra sarà aperta fino al 10 dicembre dal lunedì al sabato con orario 10-12.30 e 16-18.30.