Caloriferi, ok per Genova

Da ieri, salvo eventuali deroghe decise dal Comune, anche Genova può accendere i riscaldamenti. Lo segnala la Confedilizia, ricordando che le accensioni delle caldaie sono scadenzate in differenti periodi a seconda della «zona climatica» in cui i singoli Comuni sono inseriti. La legge distingue 6 diverse zone e solo per le aree particolarmente fredde, inserite nella zona climatica «F», non ha previsto alcun limite. Per tutte le altre aree, invece, ha imposto precisi criteri, derogabili dai Sindaci solo in presenza di comprovate esigenze, indicando tassativamente sia il limite orario giornaliero di accensione delle caldaie, sia i periodi dell'anno durante i quali è possibile mantenerle in esercizio. Al di fuori di tali periodi, gli impianti termici non possono essere attivati se non in presenza di situazioni climatiche che ne giustifichino l'esercizio .