Camaiore Un imprenditore ucciso in strada a colpi di pistola

Non riescono a darsi pace i parenti e i vicini dell’imprenditore del settore movimento terra Stefano Romanini, 46 anni, sposato con Giuliana 44 anni, padre di due ragazze di 26 e 22 anni, ucciso ieri mattina da un uomo davanti alla sua abitazione a Camaiore (Lucca). Simonetta Pellegrini, cognata di Romanini è incredula: «Non si può uccidere per soldi». L’omicida ha sparato una quindicina di colpi di pistola e poi sarebbe scappato a piedi.Le indagini sono a 360 gradi, ovvero: vita privata, amicizie e lavoro. Il Romanini era indagato per una frana che nel 2010 aveva provocato una vittima.