Cambi valuta, Milano carissima

Nei panni di un turista appena sbarcato a Milano. Linate, Stazione Centrale e Cadorna, poi un giro per il centro della città. Cambiare la valuta estera in euro diventa quasi un’odissea.
Numerosi negozi di cambia-valuta sono sparsi in tutta la città. Ma non tutti applicano gli stessi tassi per le spese di servizio. Così, il cambio di 100 dollari può oscillare da un minimo di 61,45 euro a un massimo di 81,50. Il controllo? Non esiste. Sta tutto al cliente. «Il principio è quello dell’autoregolamentazione del mercato - spiega l’Ufficio italiano cambi (Uic) -: esiste una violazione al regolamento solo se tassi e commissioni non sono esposti alla vista del cliente». Il risultato? Le spese di servizio arrivano a oscillare dal 7 al 17,9%, cifra che arriva a incidere parecchio sulla transazione.
Non esiste limite alle commissioni: nel nostro viaggio attraverso i cambia-valute milanesi mille dollari sono stati scambiati con 696,55 euro. Una cifra molto bassa: venerdì mattina, infatti, piazza Affari scambiava l’euro a 1,22 dollari. Con mille dollari avremmo dovuto ottenere circa 819 euro.