Cambia il vertice del sindacato dei magistrati

L’Associazione nazionale magistrati è pronta a rinnovare il Comitato direttivo centrale. Oggi sarà fissata la data delle elezioni, che si terranno probabilmente a maggio. L’organo deliberativo del sindacato delle toghe ne uscirà profondamente rinnovato. La ragione è una regola che impedisce ai 36 componenti di ricoprire più di due mandati consecutivi, e che investe esponenti di spicco dell’Anm: gli ex presidenti Mario Cicala, consigliere alla Corte di cassazione, ed Edmondo Bruti Liberati, procuratore aggiunto a Milano, l’ex segretario Carlo Fucci, sostituto procuratore a Santa Maria Capua Vetere, e il procuratore di Venezia Vittorio Borraccetti. Tuttavia potrebbe anche essere decisa una proroga sino a luglio, a conclusione della «partita» sull’ordinamento giudiziario.