Cambiare i vertici? Serve il congresso

Forza Italia ed i suoi iscritti hanno una gran voglia di ristabilire un rapporto dialettico e diretto con la società genovese riavviando così un circuito virtuoso tra chi rappresenta il partito ai vari livelli e la base che finora ha dimostrato di avere la fiducia in Forza Italia. Anche le ultime elezioni regionali indicano chiaramente che Forza Italia è il più forte partito della Casa delle Libertà ed ha quindi il dovere di riprendere un percorso di crescita dopo un periodo, anche troppo lungo, con qualche sosta e qualche arretramento. Questo spiega l’iniziativa di Alba Viani e Pasquale Ottonello ed altri amici che si riuniscono per ristabilire questo rapporto all’interno e all’esterno di Forza Italia. Forza Italia non è un partito come gli altri, è un movimento e come tale non ha il diritto alla sosta che in politica è vietata. Anche le responsabilità di vertice possono e debbono essere riviste ma nelle sedi proprie, cioè quelle congressuali. Spetterà al coordinatore regionale aprire le consultazioni necessarie, non contro qualcuno, ma per qualcosa. Naturalmente, come sempre, se occorrerà un mio consiglio sarà ben disposto a collaborare con spirito costruttivo e nell’intento che i promotori dell’iniziativa hanno indicato, cioè il rilancio di Forza Italia, anche in vista di un più ampio orizzonte rappresentato da un partito Unico o dall’Alleanza delle libertà.
*vice presidente
della Camera dei Deputati