Cambiasso è un diesel

INTER
TOLDO s.v. Al primo pericolo dice: ci sono. Poi sta a guardare.
CORDOBA 6,5. Stavolta il voto va all’attaccante: segna e lavora come un’ala. Piccoli scarabocchi in difesa.
dal 23’ st FIGO s.v. Accademico: sbaglia un gol.
MATERAZZI 7. Si controlla in ogni intervento, realizza e regala un assist-gol a Cordoba. Una tantum da beatificare. Dal l7’st BURDISSO 6. Riceve un applauso da brivido. Poi è routine.
SAMUEL 6. Deve aver poche energie e le dispensa col contagocce: quanto basta. Bakayoko gli fa il solletico.
FAVALLI 6,5. La normalità al potere. Diligente e attento, cerca soluzioni semplici e ne ottiene gli effetti.
ZE MARIA 6. L’operaio brasiliano tira di lima con buona lena. Tempista negli inserimenti anche da terzino.
VERON 6. Non c’è bisogno di gran giocate. Dirige il traffico lasciando palcoscenico alle seconde linee.
CAMBIASSO 7. Versione diesel: parte e non cambia velocità. Ma compare dove serve e molla un siluro da gol.
SOLARI 6. Esterno che si accentra troppo spesso, neppur fosse Figo. Usa gran forza fisica, giocate semplici. Più fumo che arrosto. Così non basta.
CRUZ 6,5. Ancora un gol: è il miglior cannoniere dell’Inter. Ha fiuto e senso della posizione. Ogni tanto ci vorrebbe un poco di grinta in più.
RECOBA 7. Sembra il fratello di quello svagato che piace tanto a Moratti. Gioca prima con la testa, poi con i piedi: fatto storico. Si infila dove serve, il gol è una chicca, le punizioni un invito al brivido. dal 28’ st WOME sv.
ALL.: MANCINI 7. Bel gioco e stavolta redditizio. Gli dà una mano la classe operaia.
LIVORNO
AMELIA 5,5. Subisce 5 gol, ne salva qualcuno. E salva anche la faccia.
GRANDONI 4,5. Non ci prende quasi mai.
VARGAS 4. Anche se non c’era, non cambiava nulla.
GALANTE 4. C’è modo e modo per farsi notare: lui ci riesce sbagliando tutto.
PRATES 5. Monumento all’inutilità.
LAZETIC 5. Frizzi e lazzi. Un tempo e resta nello spogliatoio. dal 1’ st PALLADINO 5,5. Se vale, non si vede.
MORRONE 5. L’ardore non sempre fa buon calcio.
DE ASCENTIS 5. Lotta e affoga presto.
COCO 3. Una volta tanto gioca bene per l’Inter: si guarda il gol di Cruz e mette a suo agio gli ex compagni facendosi espellere.
COLUCCI 4,5. Non pervenuto. dal 4’st PFERTZEL 5. Combattivo.
BAKAYOKO 5. Sembra un pulcino sperduto. Dal 19’ st PASSONI 5. Volonteroso.
ALL.: DONADONI 4. Partita che rovina la reputazione.
ARBITRO: RODOMONTI 6,5. Non combina guai.