Cambiasso e Ibra scatenati Toni non può salvare Firenze

La grande favorita del campionato non ha tradito l’emozione del primo appuntamento. L’Inter arricchita da Moratti e registrata da Mancini ricalca le orme della Juventus irresistibile di un anno fa e riprende il gioco raffinato del Milan degli ultimi anni. Due spunti per mettere subito la firma sulla giornata d’esordio e mettere sotto una Fiorentina che prova a reagire solo quando ormai è troppo tardi.
I viola, anzi, escono dal campo alla fine del primo tempo tramortiti dalla doppietta di Cambiasso e persino da un gol di Ibrahimovic che, passato in nerazzurro, è diventato preciso anche davanti al portiere. La doppietta di Toni invece ha messo solo un po’ di pepe al finale di partita. Ma il risultato era già segnato.