Cambiasso galattico, Figo non più

INTER
JULIO CESAR 6. Inoperoso, si fa trovare pronto quando i compagni lo fanno giocare di piede.
J. ZANETTI 6. Meno arruffone e testardo di prima dell’infortunio. Ne perde sulla spinta, ma ne guadagna nell’interdizione e nel senso della posizione.
CORDOBA 6. Attento, preciso, non chiedetegli di dettare l’azione, basta che impedisca agli avversari di segnare.
SAMUEL 5,5. Soffre un po’ troppo Quagliarella. Inoltre si fa portare fuori zona, qualche fallo e qualche protesta di troppo.
FAVALLI 5,5. Là, sulla fascia maledetta dell’Inter, quella che da anni non fa emergere un vero terzino sinistro, si barcamena come può. Non è un fenomeno, e si sapeva, ma almeno non ne combina come i suoi predecessori.
FIGO 5,5. Deve uscire dall’equivoco; o fa l’ala di ruolo o fa il trequartista dietro le punte. Mancini lo richiama spesso, gli urla di stare largo: come non detto. E quando lo sostituisce non la prende bene e se ne va senza degnarlo nemmeno di uno sguardo.
Dal 32’ st C. Zanetti sv.
VERON 6. Parte male, sbaglia troppi palloni. Evidentemente è condizionato dalla diffida, non vuole saltare il derby e si contiene.
CAMBIASSO 7. Se n’è andato dal Real come merce vecchia, non utilizzabile. Si è rivelato il vero «galattico» dell’Inter. Copre e si mangia un gol già fatto.
STANKOVIC 6,5. Quando lo chiamano, risponde: presente. Due suoi tiri, al 18’ e al 39’, meriterebbero miglior fortuna, ma almeno ci prova con personalità.
RECOBA 6. Se ne va dopo 26’. Si vede che ha voglia di fare, all’inizio tira, scatta, poi la parte posteriore della coscia destra fa crak.
Dal 26’ pt MARTINS 5. Frenetico, arruffone, il pallone gli scotta tra i piedi.
ADRIANO 6,5. Cercava il gol, l’ha trovato. Una punizione pennellata con un magico sinistro, rubata a Recoba immobile a toccarsi la gamba. Ma almeno un paio di gol se li mangia.
Allenatore MANCINI 6. La squadra soffre troppo e non chiude.
ASCOLI
COPPOLA 7. Ipnotizza Adriano all’inizio e fa un paio d’altri miracoli.
COMOTTO 5,5. Non si schioda dalla propria posizione.
DOMIZZI 5,5. Contiene i danni.
PACI 5. Contro Adriano è proprio dura.
DEL GROSSO 6. Fa il suo.
FOGGIA 5,5. Corre, corre, corre.
Dal 40’ st Carbone sv.
GUANA 6. Fa il Veron dell’Ascoli, ma non è Veron.
BISO 5,5. Combatte in mezzo al campo.
DELLA MORTE 5. Male, poi si fa male davvero ed esce.
Dal 41’ pt ZANINI 6. Lodevole, avanti e indietro.
QUAGLIARELLA 6. È pericoloso, ma ha di fronte un certo Cordoba.
Dal 26’ st FERRANTE sv.
BJELANOVIC 5,5. Ci prova dalla lunga distanza. Troppo poco.
Allenatore SILVA 6. Con il materiale che ha a disposizione sta facendo miracoli.
Arbitro DE MARCO 6,5. Giovanotto di belle speranze della covata Mattei.