Cambio ai vertici Rotary nella giornata di Tiffany

Un euro al chilometro per un giro di otto chilometri: totale, otto euro. È la semplicissima formula matematico-podistica della solidarietà: quella che regalerà un nuovo pulmino per il trasporto dei disabili a un istituto religioso di Alessandria.
Location di un intero weekend di beneficenza è villa La Bollina, tenuta nobiliare sulle alture di Serravalle Scrivia trasformata in hotel e ora gestita dalla famiglia di imprenditori genovesi Belforte. Qui l'associazione Correre per..., formata da un gruppo di imprenditori, commercianti, professionisti, amministratori pubblici col pallino della corsa, ha organizzato una maratona podistica di trenta ore. Dal mezzogiorno di sabato 23 giugno al tardo pomeriggio del giorno successivo, infatti, dalla Bollina partirà ogni ora una sorta di «staffetta» guidata a turno da uno dei componenti dell'associazione: il drappello di corridori percorrerà un circuito di ottomila metri sulle verdi colline di Serravalle, per poi tornare alla Bollina e passare il testimone al gruppo successivo. Per tutta la durata della manifestazione non si vedrà un cronometro: non sono infatti previste né classifiche né vincitori. A vincere, in realtà, sarà l'istituto Madre Teresa Michiel di Alessandria, a cui l'associazione Correre per... ha già comprato un nuovo pulmino per le gite in sostituzione di quello attuale, che risale addirittura al 1984 e non funziona più. «Come sempre - spiega Andrea Boggeri, podista alessandrino e animatore della manifestazione - abbiamo provveduto all'acquisto dell'automezzo in anticipo; copriremo le spese con le iscrizioni alla corsa, e se mancherà qualcosa ci penseremo noi». Non ci sono limiti di iscrizione: chiunque, con otto euro a staffetta può partecipare, e anche se il passo non è certo da competizione agonistica, diversi appassionati di corsa locali hanno già deciso di rinunciare, per quel fine settimana, a gare «vere» per portare un contributo solidale a Serravalle.
Alla Bollina, centro di ritrovo per tutta la durata della «30 ore», non mancheranno occasioni di festa. Questo grazie anche all'associazione nazionale Alpini, che provvederà ad un corposo programma alimentare: cena con panino e birra il sabato, spaghettata di mezzanotte, colazione con focaccia e vino bianco e infine pranzo della domenica. Inoltre, spettacoli comici e karaoke, sempre nel verde parco del rinnovato resort di Serravalle. Tutti motivi, assicurano gli organizzatori, per correre ad iscriversi.