Cambio della guardia nei partigiani bianchi: tocca al nipote d’arte

Il giornalista Guglielmo Sasinini è il nuovo presidente del Consiglio provinciale di Milano dell’Anpc, l’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani, creata nel 1947 da Enrico Mattei e da molti altri padri nobili della Resistenza. L’impegno di Sasinini - nipote di Pietro Sasinini, comandante della leggendaria brigata «Puecher» - è quello di rilanciare l’Anpc, nel ricordo di tutti coloro che si batterono per la democrazia, la libertà, la giustizia e la legalità. E soprattutto quello di ribadire che, al contrario di quanto qualcuno provi continuamente a far credere, non ci fu solamente una resistenza rossa: «Le formazioni cristiane erano composte da uomini, ragazzi, donne, sacerdoti, suore, laici, intellettuali e operai, che si unirono spontaneamente per combattere il nazifascismo», il ricordo di Sasinini, che conclude citando le parole di Piero Calamandrei: «Ora e sempre Resistenza».