Cambio in Questura, Piritore senza erede

Filippo Piritore lascia la guida della Questura di Genova e dal prossimo 3 ottobre la città avrà un nuovo reggente. Si tratta di Massimo Maria Mazza fino ad oggi questore della città di Como chiamato a guidare la polizia in un ruolo però temporaneo visto che dal comunicato stampa della Questura il titolo di Mazza risulta essere quella di reggente. Un cambio, in piena emergenza sicurezza per il capoluogo ligure, che suona come una bocciatura per l’operato di Piritore passato «a disponibilità con compiti di raccordo tra il Dipartimento di Pubblica Sicurezza e il Dipartimento di Protezione Civile».
Mazza, invece, avrà il compito di gestire l’emergenza come ricordava qualche giorno fa il sindaco Marta Vincenzi risentita per aver letto le anticipazioni sulla stampa che parlavano di un avvicendamento del questore senza essere stata informata dell’accaduto: «Speriamo di poter coordinare il lavoro con la polizia meglio di quanto è stato fatto fino ad oggi» si era lasciata scappare il sindaco parlando del problema criminalità nel centro storico cittadino.
La situazione genovese sembra essere sfuggita di mano negli ultimi mesi con un incremento di furti, scippi, rapine che fa di pari passo ad un aumento degli extracomunitari che raggiungono Genova con la speranza di trovare un lavoro e, invece, vivono di espedienti.