«CambioConto» è attivo in più di 17mila sportelli

È necessaria la compilazione di un modulo

Sono in costante aumento i clienti che hanno utilizzato la procedura per la trasferibilità delle domiciliazioni bancarie, grazie all’iniziativa del Consorzio PattiChiari, «CambioConto-come cambiare conto corrente». Attiva presso gli oltre 17mila sportelli che aderiscono all’iniziativa, «CambioConto» aiuta i clienti a trasferire con facilità le domiciliazioni bancarie Rid da un vecchio conto a uno nuovo, attraverso la semplice sottoscrizione di un modulo con cui si autorizza la nuova banca ad addebitare tutte le posizioni sul nuovo conto corrente.
Per i clienti che hanno aperto un conto corrente presso una delle banche aderenti a «CambioConto» è necessario soltanto comunicare le proprie vecchie coordinate e lo stesso istituto eseguirà automaticamente il trasferimento entro la data riportata sul modulo, inviando al cliente una comunicazione con l’indicazione delle utenze attivate e di quelle che non è stato possibile trasferire in automatico. Per procedere correttamente alla chiusura di un vecchio e all’apertura di un nuovo conto, il Consorzio PattiChiari ha definito cinque mosse concrete per agevolare i clienti: 1) Individuare, attraverso l’estratto conto, i servizi utilizzati abitualmente, la tipologia, e il numero delle operazioni effettuate nell’anno: una volta trovato, in base a queste informazioni, il nuovo conto corrente, procedere alla sua apertura; 2) Individuare, con l’aiuto di un operatore allo sportello, i servizi da trasferire sul nuovo conto; 3) Trasferire i pagamenti periodici utilizzando per le domiciliazioni Rid la nuova procedura automatica; per gli altri pagamenti periodici revocare gli ordini alla vecchia banca e attivarli presso la nuova; 4) Individuare gli assegni emessi e non ancora addebitati sul conto al fine di assicurarne il pagamento; 5) Richiedere in forma scritta la chiusura del conto corrente in filiale avendo cura di riconsegnare gli assegni non utilizzati e le carte di pagamento.