Cambogia Ex leader khmer incriminati di genocidio

Due ex leader dei Khmer rossi sono stati incriminati per genocidio da un tribunale cambogiano sostenuto dall’Onu. Sono Nuon Chea, 83 anni, «fratello numero due» e ideologo del regime e il ministro degli Esteri Ieng Sary, 85 anni. I due non hanno espresso pentimento per gli orrori del regime di Pol Pot che tra il 1975 e il 1979 sterminò due milioni di persone. Nessun rimorso anche da parte del capo di Stato Khieu Samphan, che attende le decisioni della corte.