Alla Camera Il ministro conferma: «Intesa raggiunta»

È stato raggiunto un accordo tra i soci di Expo 2015 per la disponibilità immediata dei terreni. A confermarlo alla Camera, nonostante la presa di distanze della Regione Lombardia, è il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito, durante la sua risposta a un’interrogazione alla Camera del deputato dell’Udc Pierluigi Mantini. I soci ieri «hanno raggiunto l’accordo - ha detto Vito - per ottenere da subito la disponibilità dei terreni attraverso la costituzione di un diritto di superficie che verrà regolato con apposito atto». In ogni caso il ministro ha ricordato che con l’ordinanza della presidenza del Consiglio il commissario straordinario Letizia Moratti è stato autorizzato ad adottare «tutti i provvedimenti necessari» per la disponibilità delle aree nei tempi previsti.
Il deputato Mantini ha confermato le sue critiche: «Non si sono mai viste - ha dichiarato nella replica - opere pubbliche fatte sulla base del comodato d’uso del diritto di superfice». «Se si andrà avanti per questa strada, impercorribile - ha avvertito - si risponderà davanti la Corte dei Conti e alle autorità preposte ai controlli».