Dalla Camera il sì alla Finanziaria: ora torna al Senato

L’Aula della Camera ha approvato la legge Finanziaria. Il testo, su cui venerdì il governo ha incassato la fiducia, ora torna al Senato. I voti a favore sono stati 296, 92 quelli contrari. Stefano Pedica dell’Idv si è astenuto in dissenso dal suo gruppo per protestare sul sistema di funzionamento della class action che è una «legge monca». Al voto hanno partecipato fra gli altri il presidente del Consiglio Romano Prodi ed i vicepremier Francesco Rutelli e Massimo D’Alema. Il Consiglio dei ministri ha contestualmente approvato la nota di variazione al bilancio dello Stato, aggiornata con le variazioni portate al testo della manovra. La nota è stata quindi inoltrata alla presidenza della Camera cha la invierà alla Commissione bilancio per la valutazione