Alla Camera una targa per La Torre

Una targa a Montecitorio ricorda da ieri Pio La Torre, parlamentare comunista siciliano assassinato 27 anni fa con il suo collaboratore Rosario Di Salvo. Due vite sacrificate alla mafia e oggi una lapide a imperitura memoria di quel tragico tributo. Alla cerimonia erano presenti il capo dello Stato e il presidente della Camera (nella foto) insieme alla vedova e a esponenti di tutti gli schieramenti, dal Pd (D’Alema, Veltroni, Fassino, Finocchiaro) al Pdl (La Russa, Cicchitto, Pisanu) al ministro dell’Interno, il leghista Bobo Maroni, insieme a volti noti e meno noti che hanno voluto rendere omaggio a La Torre a tanti anni di distanza e del quale ora la Camera ricorda «il coraggioso impegno civile e politico in difesa della democrazia e della legalità».