Camionista muore sull’A6

Un morto e 40 feriti, alcuni dei quali gravi, rimasti intrappolati fra le lamiere, per un maxi-tamponamento tra veicoli sulla A6 Savona-Torino tra Montezemolo e Millesimo in direzione sud. La vittima, secondo le notizie giunte alla polizia stradale di Savona, è l’autista di un autotreno precipitato da un viadotto a Roccavignale, in alta Valbormida. Contemporaneamente si è verificato il tamponamento a catena nel quale sono stati coinvolti una ventina di camion e una cinquantina di automobili. L’autostrada è stata chiusa al traffico in entrambe le direzioni tra Ceva e Millesimo per consentire ai mezzi di soccorso di operare agevolmente. Vista l’emergenza, un Autogrill è stato attrezzato come ambulatorio. La tragedia arriva al termine di un vero e proprio «martedì nero» sulle strade della Liguria, per la paralisi dei trasporti a causa delle condizioni meteo. A una certa ora, l’aeroporto Cristoforo Colombo, le autostrade intorno al capoluogo, parte della viabilità nell’entroterra e le linee ferroviarie erano fuori utilizzo. Fino alle 10 è stata anche proibita, per disposizione del Comune di Genova, la circolazione di auto private in città; divieto fino alle 12, invece, nel ponente e in Valpolcevera. Per quanto riguarda le autostrade - dei treni riferiamo in dettaglio a fianco - i tratti della A7 Serravalle-Genova, A10 Genova-Savona e A12 Genova-Sestri Levante, interessati durante la notte dalle precipitazioni di pioggia gelata e chiusi per ripristinare le condizioni di sicurezza, sono stati riaperti alle 9, mentre l’aeroporto di Sestri Ponente è tornato agibile poco prima delle 14. Nell’entroterra, nonostante i continui interventi dei mezzi spargisale della Provincia, il ghiaccio ha reso necessaria la chiusura al transito di due tratti: sulla provinciali 20 di San Marco d’Urri (a monte della frazione Rossi) e 21 di Neirone (tra Roccatagliata e il passo della Giassina). Infine, le frane causate della pioggia delle ultime ore e dalla neve hanno messo in difficoltà il traffico nel Ponente ligure. Nell’Imperiese si sono avuti due smottamenti, a Olivetta San Michele e sulla strada provinciale 548 della Valle Argentina, nel comune di Badalucco.