Camminando si impara l’arte del buon vivere

Una Villa Pamphilj «by night» può rivelarsi quanto mai seducente, a patto che si abbandoni anche solo l’idea dell’automobile e si assapori la melliflua semplicità dello spostarsi a piedi. L’esperienza notturna nel parco romano è tra le proposte di «Camminare», la tre giorni - in programma da oggi a domenica - dedicata al gusto della passeggiata come riscoperta di una relazione: con i luoghi, anche meno noti, della città e della campagna romana. Il sostegno del Consiglio provinciale consente di unire quest'anno iniziative con scrittori, attori e filosofi alle peregrinazioni. Da questo connubio tra arte e deambulazione nasce una manifestazione che porterà chi vorrà partecipare a reimpadronirsi di un’attività che è al contempo benessere, conoscenza e rispetto per la natura e per la storia dei luoghi. Questa mattina alle 9.45, dunque, si inizia «Cercando la via», ovvero attraversando a piedi tre spazi sacri: la moschea, la sinagoga e San Gregorio al Celio, con gli oratori di S. Barbara, S. Andrea, S. Silvia, le Taberne romane e la biblioteca di papa Agapito. Ogni tappa prevede una visita e un incontro con un rappresentante della comunità. Alle 17.30, nella corte di Palazzo Valentini, ad affrontare il rapporto tra cammino e spiritualità saranno l’attore Giuseppe Cederna, fratel Sabino Chialà, autore dell’antologia Parole in cammino e, infine, lo scrittore Erri De Luca. Sarà l’occasione per presentare il video 1999-2007, a piedi verso le sorgenti del Gange di Cederna e Giuseppe Baresi.
Domani alle 21.30 sarà la volta della passeggiata notturna a Villa Pamphilj, singolare «esperienza di scrittura peripatetica» con Duccio Demetrio, introdotta nel pomeriggio dallo stesso Demetrio con Antonio Gnoli (palazzo Valentini, ore 17.30). Infine, domenica, alle 10 si andrà dall’Appia Antica ad Ariccia. Nel cortile di palazzo Chigi ad Ariccia si inaugurerà l’installazione. Info: 328-6214798.