A Camogli si vota a 103 anni

Arrivano le elezioni comunali a Camogli, per questo confronto si presentano cinque candidati alla poltrona di primo cittadino in una città che conta circa 5600 abitanti di cui 4752 aventi diritto al voto. Si presentano alle urne per la prima volta 20 ragazzi e 20 ragazze dell'età di 18 anni, c'è anche Carmen Morello di ben 103 anni che voterà nel seggio di Ruta.
Corre la lista civica «Silvio Ferrari per Camogli» lista che guarda a sinistra e s'ispira al concetto di democrazia partecipativa che vuole la popolazione protagonista nelle scelte del comune. La lista civica «Progetto Insieme» sostenuta dal Pd presenta il candidato Italo Mannucci, medico di base, vari ex assessori, nuove candidate tra cui insegnanti ed impiegate. «Buon giorno Camogli» è il nome della lista civica del candidato sindaco Tina Leali Rizzi, già insegnante e giornalista. Agostino Bozzo, politico di provata esperienza, oggi si candida sindaco nella lista civica «Uniti per Camogli». Il gruppo presenta vari giovani dell'area moderata e di destra.
Giovanni Camozzi si candida alla guida del paese con la lista «Il centrodestra per Camogli», sostenuto da Forza Italia, Alleanza Nazionale, Lista Biasotti, Lega Nord ed Udc. Camozzi, di famiglia camogliese, vanta una quarantennale esperienza come dirigente d'azienda, nel settore alimentare e tecnico-amministrativo, conoscenze che oggi mette a disposizione per fare funzionare al meglio l'amministrazione comunale.
«Il turismo va rilanciato. Il porto va messo in sicurezza per avere un turismo crocieristico come si fa in Costa Azzurra - puntualizza Camozzi - dobbiamo trovare una soluzione, con mutui agevolati, per incentivare giovani coppie a stabilirsi in città. Bisogna subito aprire i cantieri e incominciare i lavori per costruire i posteggi sotto piazza del Teatro».