«Camoranesi andava espulso»

da Cagliari

Finita a parolacce nei confronti dell’arbitro e con due espulsioni, Cagliari-Juventus è proseguita con un dopopartita caldissimo, peraltro senza gesti inconsulti. Nedo Sonetti ha avuto alcune cose da dire sull’arbitraggio, parole forti espresse peraltro con toni contenuti. Ecco: «Devo fare i complimenti ai miei che sono stati straordinari. E devo anche rilevare, pur senza l’intenzione di creare o alimentare polemiche, che una gomitata di Camoranesi a uno dei miei meritava il cartellino rosso. Ma non l’ha visto nessuno. Ironia della sorte, Camoranesi ha poi battuto il corner che ha portato al pareggio della Juve. Comunque è Pasqua, faccio gli auguri a tutti, anche all’arbitro Ayroldi». A stemperare il clima del dopo-partita ha contribuito anche la vecchia amicizia che lega Chimenti, Zambrotta e Del Piero, i protagonisti dell’episodio che avrebbe potuto incidere sulla conclusione non solo dell’incontro, ma anche del campionato. Zambrotta è lo juventino sul quale Conte è intervenuto provocando, secondo Ayroldi, il fallo del rigore. Del Piero è l’uomo che il rigore ha calciato. Chimenti, con molte stagioni in bianconero alle spalle, il portiere che a Del Piero ha parato il rigore. Bene, alla fine della partita Del Piero e Zambrotta, al luogo di rientrare in sede con gli altri compagni, sono saliti nell’auto del vecchio compagno di squadra Chimenti, che li ha invitati a passare Pasqua con lui, assieme alle mogli.