Campi nomadi: la gente è stanca

«Bisogna prendere atto che la gente non ne può più dei nomadi che secondo le mie previsioni, entro pochi mesi, rischiano di arrivare a 30mila. Roma non può più sostenere un numero ulteriore di nomadi sul territorio, occorre delocalizzare i campi su tutta la regione per favorirne l’integrazione». Queste le parole del prefetto, Achille Serra, che è intervenuto al convegno «Criminalità organizzata alle porte ha già preso Roma» organizzato dall’associazione Roma Nuovo Secolo nell’Aula Magna della Facoltà Valdese di Teologia. «Nel mese di febbraio - ha aggiunto - nelle carceri romane sono entrate 630 persone per microcriminalità e nello stesso mese 500 ne sono usciti. La certezza della pena è una delle tematiche che più genera insicurezza dei cittadini». Sempre sulla situazione delle carceri romane ha aggiunto: «Su mille persone, 600 sono straniere e di queste la metà sono clandestine. Evidentemente c’è un meccanismo che va rivisto».