«Il Campidoglio fa cassa con la Ztl»

Secco «no» del Campidoglio agli artigiani che chiedevano una modulazione degli aumenti dei permessi di accesso alla Ztl. Confermata l’impennata del costo dal primo gennaio: 550 euro, con una crescita del 1682% rispetto alla trentina di euro della vecchia tariffa. Ieri Mauro Calamante in un incontro con Acai, Assartigiani, Assistal/Confindustria, Cna, Confetra e Federlazio ha respinto tutte le richieste delle associazioni di categoria. Che, come reazione, hanno annunciato che l’aggravio dei costi per le 27mila imprese che operano nel centro storico finirà «scaricato» sui cittadini, quantificando il tutto in 30 milioni di euro. Il provvedimento del Comune, che abolisce il limite di accessi per impresa alla sola condizione di comprare più permessi, è considerato sia dalle associazioni di categoria che da Forza Italia «contraddittorio» e orientato a «fare cassa» più che a regolare gli accessi al centro storico.