«Il Campidoglio ha affossato il decentramento»

Nonostante le promesse di questi ultimi cinque anni ancora nessuna delega di poteri in favore dei municipi da parte del Campidoglio. La denuncia è del consigliere comunale di An Marco Visconti: «Ancora una volta, come si evince dal Dpef del Comune di Roma, la maggioranza capitolina non ha inteso dar luogo al processo di decentramento dei municipi romani. Il che, di fatto, conferma la tendenza degli anni passati, quando la giunta aveva dapprima tentato, poi effettivamente realizzato, l’affossamento di questa delega di poteri sostenuta invece dall’ex assessore Cioffarelli mediante un’apposita commissione di studio durata più di tre anni che avrebbe dovuto produrre una delibera di Consiglio comunale, in realtà, mai presentata. Tutto ciò danneggia gravemente i cittadini». Problemi anche per il personale del Comune e in particolare per la polizia municipale. «Nel Dpef dei prossimi tre anni - continua Visconti - non è stato programmato nulla di concreto nei confronti del personale del Comune di Roma e dei municipi, nello specifico verso il corpo dei vigili urbani, una categoria che da tempo attende una riforma concreta di cui, però, non v'è traccia nel documento. In particolare, in merito alla pianificazione e ai servizi operativi, mancano fondi da destinare agli strumenti base per l’espletamento del servizio: dai sistemi radio allo sviluppo di un sistema web specifico, fino a tutti gli altri strumenti fondamentali per il rilevamento degli incidenti stradali, oltre agli altri servizi d’istituto».