Campionati del mondo di Livigno In Regione presentazione ufficiale

Tutto è ormai pronto per i campionati del mondo di Mtb e Trials in programma a Livigno dal 28 agosto e il 4 settembre. Saranno in palio ben 18 titoli iridati di quattro discipline ma saranno soprattutto Livigno e la Valtellina a diventare per una settimana Campioni del mondo della bici. La manifestazione viene presentata domani, alle 15, in sala stampa della Regione Lombardia dal presidente Formigoni, al cui fianco saranno Prosperini, assessore ai Giovani Sport e Turismo, Provera, presidente della provincia di Sondrio, Del Tenno, presidente del Consorzio turistico provinciale della provincia di Sondrio, e Zini, direttore generale del comitato organizzatore.
L’agenda dell’evento mondiale è fittissima. Dopo «l’aperitivo» della Pedaleda, manifestazione storica della nel panorama mtb italiano che per l’ occasione è stata spostata alla domenica di apertura della settimana iridata, il via agonistico si avrà il pomeriggio di mercoledì 31 agosto con la staffetta a squadre sul percorso di cross country: in gara quattro atleti (una donna e tre uomini uno per categoria tra junior, under 23 e senior. Il giorno successivo altre due medaglie in palio per gli specialisti del cross country, in gara juniores tra uomini e donne. Venerdì 2 settembre appuntamento con gli under 23 del cross country, solo uomini, mentre nel pomeriggio toccherà agli specialisti del trial: su e giù dagli ostacoli artificiali si destreggeranno la ragazze, in un’unica fascia di età e nelle categorie 20“ e 26“ (il diametro delle ruote espresse in pollici).
Alla sera fari accesi e occhi puntati sul tracciato di 4Cross per le qualificazioni che definiranno le griglie di partenza (il tabellone è di stile tennistico) delle finali stabilite per il giorno successivo.
Sabato, infatti, è il giorno dedicato alle gare veloci, con il downhill da metà mattina (junior) fino al tardo pomeriggio (Elite). Tutto ciò in attesa di ammirare in serata i funamboli del 4Cross impegnati nelle finalissime.
Il DDay è infine il 4 settembre con le gare clou. Nel trial un doppio titolo da assegnare agli uomini nelle misure 20“ e 26“ mentre le medaglie d’oro del cross country verranno assegnate al mattino (donne) e al pomeriggio (uomini). Alle 17 la gran chiusura con il passaggio del testimone a Rotorua in Nuova Zelanda che ospiterà i Mondiali del 2006. In gara a Livigno saranno circa mille atleti per cinquanta Nazioni.
Ma un titolo, per l’occasione, toccherà anche alla Rai che con uno sforzo senza precedenti per la mtb italiana seguirà tutte le gare per l’intero calendario. Il totale degli elementi messi a disposizione è di 7O elementi, 11 telecamere per il 4Cross, 19 telecamere per la downhill e ancora 19 telecamere per il cross country, per un totale di 15mila metri di cavi camera sulle piste di gara.
Infine, la Pedaleda, gara che ha fatto la storia dell’mtb azzurra, giunta alla sua dodicesima edizione. Lo scorso anno furono mille i biker al via, quest’anno certamente di più perché si correrà sul percorso dei Campionati del Mondo.