Campionato Olimpico prenotato dall’Uefa: Lazio-Reggina domani

Avvilita per il gol fantasma di Zarate (e la conseguente sconfitta patita a Palermo), ma non per questo triste, la Lazio si appresta a disputare gli ultimi 180 minuti della stagione pensando a una passerella. Beninteso, i biancocelesti non falseranno il campionato, ma giocheranno le ultime due sfide allegramente consci d’aver già raggiunto l’obiettivo d’inizio stagione: la coppa Italia e il conseguente «pass» per l’Europa League, l’ex coppa Uefa.
Subito, c’è da annotare la data del primo dei due ultimi appuntamenti di stagione. Lazio-Reggina si gioca domani sera. «La Lazio - spiega il direttore marketing del club Marco Canigiani - si è battuta in Lega per poter giocare a Roma, così da festeggiare la vittoria in Coppa Italia davanti ai tifosi. Le alternative erano Firenze, ma questa soluzione non era gradita alla società, e il Flaminio, ma la scarsa capienza dell’impianto non lo permette». La decisione è stata presa dalla Federcalcio di concerto con la Uefa per poter consegnare subito Olimpico in vista della finale di Champions del 27 maggio. Confermato anche l’orario (19,30), c’è da aggiungere che il prezzo dei biglietti dovrebbe essere abbassato. E va anche spiegato che sarà un match difficile, la formazione allenata da Orlandi punta a fare sei punti nelle prossime due gare per agguantare la salvezza. «Non intendiamo mollare questo nostro tentativo e le nostre ultime prestazioni ne sono la testimonianza», questo l’input che il tecnico ha regalato ai cronisti al seguito della squadra calabrese. Domani è anche la giornata dell’incontro fra Rossi e Lotito, i due s’incontreranno in merito al rinnovo del contratto del romagnolo. Rossi dovrebbe rimanere. Ora il mercato. Si parla con insistenza di Pandev (sulle cui tracce ci sono Tottenham e Amburgo; ma anche la Fiorentina, pronta a mettere sul piatto della bilancia Mutu), Carrizo (Bayern e PSG) e Brocchi che resterà a Roma. A Formello si parla anche di arrivi. Miguel Pires, procuratore che collabora con Fernando Hidalgo, in settimana terrà una riunione chiave per definire il futuro di Angeleri.
Quanto alla sfida di domani, Rossi è orientato a dare spazio a chi ha giocato meno. Presumibilmente utilizzerà ancora Mendicino che assieme a Perpetuini rappresenta il futuro della Lazio.