Il campionato promette scintille

Paolo Lonegro

Sorride la pallanuoto alla Liguria: Sacil HLB Nervi e Chiavari Nuoto sono nel girone A, o d’eccellenza, dove già si erano accasate La Filanda Carisa Savona e Pro Recco. Nel girone B, RN Bogliasco e RN Camogli.
Questo il verdetto, della vasca, che ha sancito la chiusura sabato scorso della prima fase. Un verdetto già annunciato per il Bogliasco, ma che ha senza dubbio visto crollare le speranze del Camogli nel derby con il Sacil Nervi, mentre la sorpresa è arrivata da Siracusa dove il Chiavari ha strappato con il pareggio la qualificazione all’Ortigia. C’è da sottolinerare che la formula del campionato lascia comunque una porta aperta nell’ultima fase dei play off anche a due formazioni del girone B. Infatti le prime due del girone B incontreranno le ultime due del girone A, in una sorta di spareggio qualificazione. Dunque se per il Bogliasco l’imperativo è salvarsi, per il Camogli potrebbe esserci ancora questa speranza. Ma è fuor di dubbio che la pallanuoto italiana non è all’altezza delle sedici squadre che schiera la massima serie. Tolte le prime quattro della classe (Savona, Posillipo, Recco e Brescia) il salto verso la fascia intermedia è già elevato (Cremona, Chiavari, Nervi), per non parlare poi con l’abisso che separa le prime dal resto dei club. Tre stranieri per squadra, con l’aggiunta dell’escamotage dei naturalizzati, fanno anche chiudere gli sbocchi ai nostri giovani: i vivai costano, e dunque è più semplice trovare gli atleti all’estero, considerando che costano meno, e sono già formati. Con questi problemi, a cui sembrano fare orecchie da mercante i dirigenti dei club e quelli federali, eccoci pronti ad assistere finalmente ad una fase più equilibrata ed avvincente del campionato.
Ma se per vedere una prima gara di altissimo livello bisognerà attendere la terza giornata (30/11) per trovare il derby Savona – Pro Recco, già domani, mercoledì 16 novembre, ecco irrompere sul palcoscenico “di cloro” l’Eurolega, anch’essa con la seconda fase. E soprattutto con le prime due gare che riguardano Recco e Savona in casa. Al Boschetto di Camogli (ore 21,00) la Pro Recco ospita il CN Athletic Barceloneta. Sulla carta i pronostici sono per i biancocelesti, ma Porzio, tecnico recchelino non si fida: in effetti il Barceloneta rappresenta un pezzo di storia della pallanuoto spagnola. E schiera anche giocatori di alto livello: Trbojevic, Gabriel Hernandez, Felipe Perrone, Xavier Valles e Andreo Espanol, tutti, a parte il serbo, giovani e nel giro della nazionale. Spettacolo, quindi garantito.
Alla Cascione d’Imperia, la Filanda Carisa Savona è al debutto in Eurolega: come campione d’Italia ha infatti saltato la prima parte. Ma alle 21 di domani sarà spettacolo: arriva l’Ethnikos di Atene, l’”imperatore” come viene chiamato in patria. Vlontakis, Mazis, e la nuova promessa Karabetos sono da guardare a vista. E mago Mistrangelo senza dubbio lo farà.