Campioni di calcio a colpi di joypad

Il cordless di Telecom per vedere le foto digitali

Fifa contro Pro Evolution Soccer una sfida combattuta a colpi di joypad stagione dopo stagione. Pro Evolution Soccer (più comunemente conosciuto come PES) è giunto quest’anno all'ottava edizione (Halifax per PS3).
Il gioco. Potrete disporre di diverse opzioni: disputare una partita amichevole oppure un intero campionato con la vostra squadra del cuore. Avrete a disposizione cinque diversi campionati in cui competere nella modalità Master League, anche se non tutte le licenze risulteranno ufficiali, portando alla solita storpiatura dei nomi. In alternativa potrete creare il vostro team completamente da zero acquistando i giocatori e gestendoli settimana dopo settimana.
Dovrete pensare ai tifosi, ai costi e alla tattica per arrivare a conquistarvi le promozioni e l’accesso alle coppe europee. E quando penserete di essere i migliori giocatori in circolazione troverete milioni di appassionati in tutto il mondo pronti a sfidarvi in autentiche battaglie sportive.
Pregi e difetti. L’aspetto simulativo risulta ancora una volta il vero punto di forza del titolo, con milioni di elementi a condizionare l’esito di una partita: dalla forma dei giocatori alle condizioni climatiche e meteorologiche. Dal punto di vista grafico si rileva un’ottima definizione di stadi e volti dei diversi protagonisti. Telecronaca sapientemente condotta dal duo Civoli-Sandreani. Anche il sonoro riproduce perfettamente il frastuono dello stadio. Giocabilità immediata grazie a un sistema di controllo estremamente intuitivo. Difficoltà media piuttosto elevata grazie ad una intelligenza artificiale del computer ulteriormente migliorata.
Longevità assicurata da una sfida sempre presente e da una sezione online appassionante (anche se al momento si registrano rallentamenti durante alcune fasi di gioco). I puristi del titolo non troveranno sostanziali differenze rispetto agli ultimi capitoli.