In campo cantanti e angeli del fango

Conad chiama e la Nazionale cantanti risponde per ringraziare quelle migliaia di volontari che dopo il tragico 4 novembre sono scesi in campo a spalare. Stavolta gli Angeli del fango indosseranno le scarpe coi tacchetti al posto degli stivaloni, perché sfideranno sull'erba del Ferraris gli artisti con un cuore grande così. L'appuntamento è per domenica. Si comincia alle 15 con il concerto e si prosegue alle 16,30 con la partita del ringraziamento. L'ingresso allo stadio è gratuito e i biglietti sono disponibili in omaggio nei punti vendita Conad, Margherita, Conad City, E. Leclerc-Conad delle province di Genova, Imperia, Savona, Cuneo Alessandria. I ticket sono distribuiti anche dai negozianti colpiti dalla tragica alluvione. L'iniziativa benefica è stata presentata ieri alla scuola elementare di piazza Ferraris, dove sono state anche commemorate le vittime della mancata prevenzione. «In occasione della partita del ringraziamento - spiega il direttore di Conad Liguria Giorgio Rocca - la nostra azienda ha attivato una raccolta fondi in favore dell'associazione Nuova volontari del soccorso di via Fereggiano. I clienti dei supermercati che aderiscono all'iniziativa possono partecipare aggiungendo 1 euro alla spesa. Finora abbiamo raccolto circa 15mila euro che saranno utilizzati per acquistare una nuova ambulanza. Il nostro impegno testimonia il senso di appartenenza alla comunità genovese e ligure, oltre alla responsabilità verso il territorio sul quale operiamo da cinquant'anni».
Gli angeli del fango che hanno superato la selezione alla Sciorba nei giorni scorsi, sono una quarantina. Gli avversari della squadra Nazionale cantanti la metà. Calciatori validi del calibro di Ruggeri, Vallesi, Baccini, Pago, Di Palo, De Scalzi e tanti altri «big» della musica italiana.
«Sarà un'occasione straordinaria per stringerci tutti intorno ai volontari degli Angeli del fango - dice l'allenatore e confondatore della nazionale cantanti Sandro Giacobbe - è importante per Genova e i genovesi restare uniti e aiutarsi. Per tutti noi è un onore scendere in campo al Ferraris insieme ai ragazzi che si sono impegnati così tanto».
«L'idea è partita alcuni mesi fa e subito ci hanno detto di sì - racconta il presidente della cooperativa Genova Insieme Roberto Scotto - sono grato a Conad perché ci ha dato modo di esaudire un sogno ovvero quello di ringraziare quegli angeli, che sono diventati il simbolo della migliore gioventù genovese. Inoltre, vogliamo premiare i Vigili del Fuoco, per primi e in prima linea a fianco dei residenti e Primocanale che con la sua diretta ha fornito utilissime informazioni ai genovesi durante la tragica alluvione. Il Comune con Sportingenova ha messo il campo. Noi e tutti i volontari tifosi ci mettiamo il cuore e l'organizzazione dell'evento».