In campo i boys? Tv chiede i danni

Un’infinità di partite finiscono 0 a 0, solo che il pareggio in bianco di domenica al Parco dei Principi tra Paris Saint Germain e Olympique Marsiglia è diverso tra tutti gli altri perché i marsigliesi si sono presentati con la più debole formazione possibile, ragazzini e riserve per protestare contro le misure di sicurezza e la gestione dei biglietti. Prima conseguenza, domenica: una partita moscia e poco interessante. Seconda conseguenza, ieri: Canal Plus ha chiesto un risarcimento dei danni che sostiene di avere subito.
La televisione via cavo li chiede alla lega calcio, come annunciato dal presidente dell’ente tv Alexandre Bompard. Canal Plus vuole un compenso sia perché va risarcito «il danno causato ai suoi abbonati per uno spettacolo desolante» sia «per fare in modo che simili situazioni non si verifichino più». In virtù dell'accordo in vigore dallo scorso anno (scadenza 2008), il network deve versare ogni stagione 600 milioni di euro per l'esclusiva delle dirette degli incontri della Ligue 1. Si tratta ora di arrivare a un accordo perché azioni come quella di due giorni fa non si ripetano: «Causano un grave danno alla credibilità del campionato francese», ha detto Bompard.