Un campo di tende Scout a De Ferrari

Una caccia al tesoro e altri giochi e un campo con tanto di tende in piazza De Ferrari: così, oggi, gli scout genovesi cattolici e laici lanceranno le iniziative liguri per il Centenario dello scoutismo, fondato dall'inglese Robert Baden-Powell, che culmineranno nel rinnovo della promessa scout in tutto il mondo il primo agosto. Il calendario degli eventi, che parte da una mostra già aperta a Palazzo Ducale, è stato presentato nella sala della Regione in piazza De Ferrari. Tra le altre iniziative, il 20 maggio sono previste feste nelle piazze di diversi centri liguri dove ci sono le sedi locali.
«È un movimento trasversale e internazionalista - ha detto la responsabile regionale Agesci (Associazione guide e scout cattolici italiani), Anita Venturi - attivo sui temi della pace. Abbiamo saputo tradurre il messaggio di Powell sul territorio». Il responsabile regionale Agesci, Filippo Guiglia, ha sottolineato che le iniziative sono state organizzate da Agesci, Cngei (Corpo nazionale giovani esploratori italiani), Masci (Movimento adulti scout italiani) e Centro studio Mario Mazza. Lo scoutismo italiano è nato nel 1910, quello genovese nel 1916 grazie all'iniziativa di Don Mario Mazza, mentre l'Agesci in Italia è stata fondata nel 1974 e oggi ha 178 mila aderenti. Sono 12 mila gli iscritti al Cngei. In Liguria le due associazioni raccolgono quasi ottomila persone. Alla conferenza sono intervenuti anche l'assistente regionale Agesci Liguria Nicolò Anselmi e la responsabile genovese di Cngei Barbara Merloni.