In Canada su Smart la vera anti-Suv

Quasi 10 milioni di chilometri quadrati, 33 milioni di abitanti, tre grandi città - Toronto, Vancouver e Montreal - miglia e miglia fra un paese e l’altro o anche soltanto fra due fattorie. Questo è il biglietto da visita del Canada, scelto da Mercedes cinque anni fa per verificare le potenzialità della Smart Oltreoceano prima dello storico sbarco in Usa. Accolta con ironia dalla stampa canadese, la city-car per eccellenza, allora offerta soltanto con motore diesel, si è subito trovata a suo agio, al punto da raggiungere l’obiettivo triennale già alla fine del 2005 con 3mila consegne, per il 60% fuori dalle tre metropoli. Attraverso una rete che oggi conta 47 dealer, la Smart ha via via aumentato le vendite fino alle 3.749 del 2008, utilizzando gli strumenti di marketing sviluppati in Italia, perché il mercato canadese, formato in gran parte da vetture di taglia media, è molto più simile al nostro che a quello Usa. Al primo posto tra i clienti ci sono gli «empty nesters», coppie che hanno visto uscire di casa i figli e possono scendere da grandi e noiosi Suv e minivan per cominciare, finalmente, a guidare divertendosi.