Il canadese ferito: «Lascio l’ospedale solo con la scorta»

«Ora vorrei solo ritornare a casa, ma io e la mia Louise aspettiamo che la polizia ci accompagni, altrimenti da qui non ci muoviamo». Marc-André Saint Pierre, il turista canadese che mercoledì a Napoli è stato colpito per errore da un proiettile vagante, ha paura di tornare in strada e per andare via dalla città vuole essere scortato. Anche il sogno di comprare una casa a Napoli sembra ormai svanito: «Dopo quello che è successo, credo proprio che non sia più il caso». Saint Pierre, che si è sposato due giorni fa a Capri, è finito nel mezzo di una sparatoria tra clan rivali in pieno centro ed è stato colpito alla gamba da un proiettile. Operato all'ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli, non corre pericoli. «Dovrà stare a riposo per almeno due settimane - dice Raffaele Russo, responsabile del reparto Ortopedia -. Per fortuna il proiettile si è conficcato nel muscolo senza danneggiare arterie o nervi».