«Cancellato» il comune del Sestriere: e il Piemonte protesta

La cancellazione di molte leggi del 1947 ha determinato inaspettate conseguenze collaterali come la cancellazione di 79 comuni istituiti dai regi decreti rimasti vittime della mannaia del legislatore. E subito sono spuntate le polemiche. Tra questi figuravano Aprilia, Sabaudia, Sestriere, Santa Venerina, le isole Tremiti. La prima mossa è venuta dal Piemonte dove Agostino Ghiglia, capogruppo del Pdl in commissione ambiente e territorio ha annunciato di accingersi a raccogliere le firme dei parlamentari piemontesi di tutti gli schieramenti per chiedere al ministro Roberto Calderoli di «espungere Sestriere dal novero dei Comuni che verrebbero cancellati». Progetto che il ministro stesso ha annunciato placando gli animi e rassicurando i cittadini. Ghiglia sostiene che il ministro, profondo conoscitore della realtà piemontese, agirà per derogare al decreto: «Sestriere è il simbolo del turismo invernale e ha saputo gestire al meglio l’eredità olimpica».