CANDIDATO D’ACCIAIO

Confesso candidamente che sono incredulo. Siamo al centro di una crisi devastante dei mercati di tutto il mondo, le Borse europee ieri hanno fatto registrare la peggiore seduta dal 1987 ad oggi, il Mib ha perso il 9 per cento, la contrazione dei consumi in Italia è pesantissima, i lavoratori dipendenti si vedono erodere ogni mese il potere d’acquisto, gli imprenditori fanno fatica a fare il loro mestiere, il ciclo virtuoso della produzione sembra interrotto e c’è chi parla di stagflazione.
Tutta questa roba, se possibile, a Genova e in Liguria fa più paura. La nostra città e la nostra regione sono in crisi, non da oggi, e certo questa congiuntura internazionale, finanziaria e industriale, non aiuta. Quindi, si presume che gli opinion leader del mondo economico e industriale cittadino, si facciano sentire su questi problemi, offrendo risposte, elaborando strategie di difesa e di attacco, pensando a una reazione (...)