Il candidato semina canapa

La sua prima azione «elettorale» è stata distribuire ai passanti dieci chili di semi di canapa. La seconda seminarla al parco Sempione, dove ha pure messo dei cartelli con scritto «qui il verde è curato da “conflitti in comune”». Ma Francesco «Franz» Purpura, candidato di Rifondazione comunista, minaccia di continuare nella sua campagna per raccogliere consensi e portare quindi a Palazzo Marino «le voci dei movimenti, dei precari nella vita e nel lavoro, dei giovani e degli studenti, dei migranti e dei non proibizionisti». Categorie incarnate dal trentaduenne collaboratore dell’assessore provinciale Irma Dioli che, tra l’altro, nel suo curriculum vitae vanta due condanne per violenza in manifestazione e resistenza a pubblico ufficiale. Passato cui s’aggiunge adesso anche quest’ennesima provocazione per trasformare i giardini pubblici milanesi in rigogliose foreste di marijuana.