Candidato unico? Serve il confronto nel centrodestra

«Il coordinamento regionale del Lazio e il coordinamento cittadino di Roma giudicano necessario aprire un confronto tra i partiti della Cdl per giungere alla scelta di un comune candidato a sindaco di Roma e per indicare i candidati presidenti nei 19 municipi». È quanto si legge in una nota congiunta del Coordinamento regionale e cittadino di Forza Italia. «Le notizie di stampa non sono il metodo più utile per cogliere questo importante obiettivo - commentano il coordinatore regionale Beatrice Lorenzin e quello romano Giampaolo Sodano - anzi sono dannose perché possono ingenerare incertezze e confusioni proprio nel momento in cui, dopo l’ottimo risultato ottenuto da Forza Italia a Roma e nel Lazio in queste elezioni politiche, è necessaria una convergenza forte e convinta fra tutti i partiti della coalizione. Sarà interessante capire se il candidato sindaco avrà la volontà di guadagnarsi il consenso e il sostegno di un partito - concludono Lorenzin e Sodano - che a Roma ha ottenuto il 19 per cento dei voti». Intanto Alessandra Mussolini conferma in una nota la sua candidatura a sindaco: «Resta il mio sincero auspicio - dice - che il centrodestra riesca a esprimere una candidatura unitaria, l’unica in grado a mio parere di sconfiggere Veltroni».