Cane alla catena? Multa a chi lo lega per più di otto ore

Dopo cinque anni di dibattiti consiliari è stato stilato e approvato il regolamento comunale di tutela degli animali, presentato ieri a Palazzo Marino. «Siamo in ritardo rispetto agli altri comuni - ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Domenico Zampaglione - ma quello che conta è averlo fatto. Ringrazio i presidenti delle commissioni Bianco e Terzi, il presidente dell’Enpa e la direttrice del servizio sanitario animale, per la collaborazione». Tra i punti qualificanti del testo, entrato in vigore il 21 novembre, l’istituzione di un garante, il divieto di tenere i cani alla catena per più di otto ore e di organizzare spettacoli, causa di stress per gli animali. Non sono consentiti zoo con specie selvatiche né esposizioni zoologiche itineranti, così come si vieta d’esporre cuccioli sofferenti ai fini di accattonaggio. Non sono, invece, vietati i circhi, che saranno però passibili di controlli da parte di funzionari della Asl, così come è consentita l’esposizione dei cuccioli nelle vetrine dei negozi di animali, fatto salvo il rispetto di determinate condizioni igienico-ambientali.
Sono previste sanzioni dai 100 ai 500 euro per la violazione delle norme che tutelano il benessere degli animali e da 50 ai 200 per la mancata ottemperanza di quelle amministrative.
Alcuni argomenti, in particolare, hanno acceso il dibattito consiliare come il divieto di mettere in palio animali vivi per manifestazioni o fiere, divieto adesso esteso anche ai pesci rossi. Altro motivo di discussione sono state le manifestazioni con animali: sono sì permesse le corse di cavalli e di cani in strutture adeguate, mentre qualche problema era stato sollevato per la corsa degli asini a Baggio. Il consiglio comunale ha deciso di consentirla, in quanto tradizione storica del quartiere, regolamentandola però rigidamente.
Altra novità la riserva, nel bilancio comunale per il 2006, che stanzia 600mila euro per il mantenimento di animali abbandonati e 150mila per interventi urgenti, mentre il canile-gattile in fase di costruzione al parco Forlanini richiederà un investimento totale di 5 milioni.