Un cane fa fermare il metrò

Finalmente Jago è stato ritrovato. Il piccolo beagle che era scappato venerdì per un’aggressione subita da un rottweiler è stato ritrovato ieri. Alle 20.40 alla stazione Caiazzo sulla linea verde della metropolitana viene dato l’ordine di fermare i treni in arrivo nelle due direzioni. Sui binari, infatti, si trova un cane malconcio e leggermente ferito. Il caso vuole che ad attendere il treno sulla banchina ci sia anche il padrone dell’animale che abita nelle vicinanze. Venerdì mattina Jago era stato aggredito da un grosso rottweiler che lo aveva già assalito l’anno scorso. Terrorizzato e un po’ sanguinante il cane era scappato dal padrone, per le scale della fermata Pasteur. A nulla erano valse le ricerche degli addetti della metropolitana che avevano interrotto il traffico dalle 13 alle 13.30 circa per controllare la galleria che da Gorla porta a Pasteur. Il padrone del beagle, Claudio Mascolo, disperato, ha allora dato inizio alla sua ricerca personale, distribuendo volantini nella zona di Viale Monza, lanciando appelli in radio e recandosi ieri al canile. Tutto inutile. Il destino ha voluto che Claudio ritrovasse Jago quando meno se l’aspettava.